Percorso:ANSA > Motori > Industria e Mercato > Volkswagen, accordo per una nuova fabbrica nello Xinjiang

Volkswagen, accordo per una nuova fabbrica nello Xinjiang

Annuncio durante visita del premier Wen Jiabao in Germania

20 aprile, 19:31
Volkswagen, accordo per una nuova fabbrica nello Xinjiang Volkswagen, accordo per una nuova fabbrica nello Xinjiang

ROMA - Mentre lunedì 23 al Salone dell'Auto di Pechino Volkswagen schiererà il meglio della produzione dei propri brand, nello stesso giorno a Wolfsburg verrà annunciato - durante l'incontro tra il Cancelliere Merkel ed il premier cinese Wen Jiabao - un nuovo importante accordo industriale riguardante appunto la Cina. Come anticipato da Martin Winterkorn, CEO del Gruppo, si tratta della prosecuzione della JV tra Volkswagen e FAW Group per altri 25 anni e della realizzazione di un nuovo stabilimento VW in Cina che comporterà un investimento di 300 milioni di euro. Questo "intreccio" nei rapporti industriali tra Germania e Cina (ribadito appunto dalla visita di Wen Jiabao oltre che alla sede della Volkswagen anche ad Hannover alla maggiore mostra mondiale della tecnologia, dell'energia e dell'automazione) conferma non solo la volontà del Gruppo tedesco di proseguire nella politica di rafforzamento nel vasto mercato cinese, ma anche di migliorare ed ottimizzare le rispettive politiche di cooperazione industriale. La visita di Wen Jiabao celebra i 40 anni delle relazioni diplomatiche tra Germania e Cina, ma ribadisce anche l'importanza delle partnership della Volkswagen con le aziende cinesi, avviate nel lontano 1984 ed oggi sintetizzabili in 16 JV di cui le più importanti sono appunto quelle con la First Automobile Works (FAW) e quella con la Shanghai Automotive Industry Corporation (SAIC). Il nuovo stabilimento con la FWA sarà situato nella provincia dello Xinjiang ed avrà una capacità produttiva di 50mila veicoli all'anno.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA